3
3
3
2

Dopo aver svolto il corso base su roccia e dopo aver effettuato alcune salite di arrampicata, questo corso  è la naturale continuazione del percorso formativo. Infatti l’obiettivo è quello di mettervi in grado di affrontare salite fino al V, anche da primo di cordata. Le Alpi Giulie, come le Alpi Carniche e le Dolomiti sono terreni ideali per queste attività.


Il corso si svolge in tre giornate consecutive con pernottamento in rifugio. I trasferimenti avvengono con le auto dei partecipanti, e i ritrovi verranno organizzati dalla Guida Alpina in accordo con gli iscritti e verranno comunicati pochi giorni prima scegliendoli in funzione della situazione meteo, delle temperature e delle esigenze didattiche.

Requisiti per l’ammissione al corso: è necessario aver frequentato un corso base di roccia e presentare un curriculum alpinistico.

 

RITROVO Verrà definito e comunicato dalla Guida Alpina alcuni giorni prima dell’inizio del corso
INCLUSO NEL PREZZO
Servizi di Guida Alpina
Tutti i costi della Guida Alpina
Utilizzo dei materiali quali  corde, freni, protezioni, rinvii e materiale comune della cordata
Assicurazione recupero e primo soccorso
NON INCLUSO
Pernottamenti e mezze pensioni presso i rifugi
Viaggio, trasferimenti, impianti di risalita
Assicurazione personale viaggio e infortunio

Potrebbe piacerti anche ...

Prodotti correlati:

3
3
3
2

Di seguito il programma delle attività che svolgeremo durante le giornate del corso


1

Sicurezza e Autosoccorso

  • Ancoraggi naturali (spuntoni, alberi, clessidre), chiodi (tipi e loro uso), protezioni veloci (dadi, friend, ), ancoraggi fissi (anelli cementati, spit e fix);
  • Realizzazione di una sosta a due, tre e più punti.
  • Controventature della sosta
  • Autosoccorso della cordata
2

La progressione da capocordata

  • Utilizzo delle mezze corde, assicurazione mediante secchiello, autoassicurazione alla sosta, assicurazione del primo di cordata, assicurazione del secondo di cordata mediante piastrina, operazioni di sosta.
  • Gestione della corda in sosta
  • Esercitazione su terreno di media difficoltà (in ambiente) mediante simulazione del tiro di corda: posizionamento protezioni intermedie, attrezzatura della sosta, assicurazione e progressione del primo di cordata, attrezzatura della sosta successiva, assicurazione e progressione del secondo di cordata, operazioni in sosta (autoassicurazione, scambio materiali, ecc..).
3

Conduzione via in ambiente

  • Salita in ambiente, preparazione dell’itinerario (relazione), raggiungimento e riconoscimento dell’attacco, individuazione della via, discesa in corda doppia.

3
3
3
2

Materiali  necessari

Vestiario

  • Berretto
  • Buff leggero
  • Giacca in “gore-tex” o simili (solo il guscio, senza imbottitura)
  • Giacca antivento in “Windstopper” o simili
  • Second layer traspirante
  • Intimo tecnico traspirante
  • Pantaloni da trekking o arrampicata
  • Calzetti tecnici
  • Guanti leggeri

Attrezzatura tecnica

  • Casco da alpinismo
  • Imbracatura bassa
  • Scarpette da arrampicata
  • 3 moschettoni a ghiera (di cui 2 HMS)
  • Una daisy chain (o una longe) con moschettone a ghiera
  • Un attrezzo multifunzione (tipo ATC) con 2 moschettoni a ghiera di corredo
  • 2 anell1 di cordino in kevlar corto (60 cm)
  • 2 anelli di cordino in kevlar lungo (120 cm)
  • Eventuali protezioni veloci (nuts, friends)

Materiali vari

  • Zaino da giornata, 30/40 litri.
  • Occhiali da sole
  • Crema solare
  • Borraccia e/o camelbak, con capacità di 1/1,5 litri
  • Barrette energetiche
  • Macchina fotografica
  • Bastoncini telescopici per gli avvicinamenti
  • Scarponcini bassi da “avvicinamento” (Approach)
3
3
3
2