7 giorni
2
3
minimo 3 persone
14 – 20 settembre
14 settembre

Alta Via di Tiziano

L’Alta Via n°5 delle Dolomiti è dedicata a Tiziano Vecellio: il grande pittore veneto nato proprio a Pieve di Cadore, ai piedi del gruppo delle Marmarole. Ed è proprio da queste montagne che Tiziano trasse ispirazione per ambientare molte delle sue opere.

La difficoltà e la lunghezza degli accessi hanno mantenuto fino ad oggi le Marmarole un gruppo montuoso selvaggio e isolato; nel corso di questo trekking con diversi tratti attrezzati, le attraverseremo nella loro completezza.


Il nostro percorso

L’Alta Via di Tiziano ha inizio in Val Fiscalina (Sesto) da dove partiremo per il nostro trekking. Il percorso seguirà sentieri e mulattiere con qualche variazione più tecnica nelle prime due giornate lungo degli itinerari attrezzati.
In sette tappe, mai banali, dormendo in quattro rifugi e due bivacchi, raggiungeremo Pieve di Cadore dove avrà termine il nostro viaggio con una visita alla casa del famoso pittore.
La traversata dal Bivacco Tiziano al Bivacco Voltolina nel cuore delle Marmarole sarà la giornata più suggestiva e impegnativa: l’isolamento, la logica e la difficoltà del percorso (chiamato “strada Sanmarchi”) unite alle due notti in bivacco, renderanno unica questa esperienza.
La Croda Rossa, il Popera, il Cimon del Froppa, L’Antelao, il Sorapiss…sono solo alcuni dei monti che caratterizzano questa fantastica ed impegnativa traversata con peculiarità alpinistiche.

RITROVO Ritrovo a Sesto di Pusteria
ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA Normale dotazione per trekking e itinerari attrezzati con notti in rifugio o bivacco.
RAPPORTO 1 : 5
INCLUSO NEL PREZZO
Tutti i costi della Guida Alpina
Servizi di Guida Alpina
Assicurazione recupero e soccorso
NON INCLUSO
Vitto e alloggio nei rifugi, nei bivacchi ed in valle come da programma
Trasferimento da Pieve di Cadore a Sesto
testo
testo
Assicurazione personale infortunio
Tutto ciò che non è specificato alla voce ‘incluso nel prezzo’

 

Potrebbe piacerti anche ...

Prodotti correlati:

7 giorni
2
3
minimo 3 persone
14 – 20 settembre

Di seguito il programma dell’attività


Day 1

Dal rifugio Fondovalle in Val Fiscalina inizieremo il cammino verso la Forcella Undici dalla quale, traversando sulle cenge ferrate della “strada degli Alpini”, raggiungeremo il Lago Ghiacciato e quindi il Rifugio Carducci.
7 ore, 1300 m D+

Day 2

Dal Rifugio Carducci continueremo verso Est sulla ferrata della cengia Gabriella fino al bivacco Battaglione Cadore dal quale, dopo una lunga discesa per la Val Stalata e Giralba, raggiungeremo il fondovalle nella località Orsolina.
6 ore, 300m D+, 1500 m D- 

Day 3

Seguendo inizialmente la Val da Rin, valicheremo le porte del gruppo delle Marmarole. Per bei sentieri cammineremo verso il rifugio Ciareido e quindi il rifugio Baion ai piedi del Monte Ciastelin.
6 ore, 1200 m D+

Day 4

Con questa tappa entreremo nel cuore delle Marmarole. Dal Rifugio Baion inizieremo la giornata seguendo il sentiero CAI 262 fino quasi a raggiungere il Rifugio Chiggiato. Al bivio inizieremo una tecnica salita lungo il sentiero degli Alpini fino alla forcella Giau de la Tana. Scenderemo quindi verso Nord su terreno “carsico” fino al bellissimo pulpito dove sorge il bivacco Tiziano (notte in bivacco).
6.5 ore, 1200m D+

Day 5

Durante questa magnifica giornata percorreremo la selvaggia “Strada Sanmarchi”: una cavalcata affascinante lungo un terreno tecnico. Dal nostro primo bivacco, traversando tre diverse dorsali rocciose parzialmente attrezzate, raggiungeremo la Forcella Baion. Dopo un altro lungo tratto attrezzato in discesa aggireremo la Croda De Marchi fino ad entrare nella Val de Medo dove, al centro, vedremo il bivacco Voltolina (notte in bivacco).
9 ore, giornata impegnativa  

Day 6

Dal bivacco Voltolina, lungo la cengia del Doge, entreremo nell’anfiteatro a sud del Sorapis. Lasciata la Torre dei Sabbioni sulla sinistra inizieremo a scendere verso il rifugio San Marco, nel territorio di San Vito di Cadore. Dopo una meritata pausa continueremo su sentiero fino al rifugio Galassi al cospetto dell’Antelao.
4,5 ore 700 m D+  

Day 7

Traversando il maestoso versante Nord dell’Antelao valicheremo la Forcella del Ghiacciaio e quindi la forcella Piria, muovendoci su un terreno tecnico. Raggiunto il Rifugio Antelao proseguiremo lungo l’ultima sezione del nostra Alta Via: la discesa fino a Pieve di Cadore.
Faremo quindi rientro a Sesto con i mezzi pubblici.
7 ore 800 m D+, 1900m D- 
7 giorni
2
3
minimo 3 persone
14 – 20 settembre

Materiali  necessari

Vestiario

  • scarponcino da trekking/ferrata
  • pantalone da trekking leggero e robusto
  • calzetti da trekking, mutande
  • magliette tecniche manica corta
  • Intimo tecnico a manica lunga
  • pile leggero (secondo strato), piumino
  • guscio impermeabile
  • cappello da sole, cuffia

Materiali vari

  • imbragatura
  • Kit omologato da ferrata
  • casco da alpinismo
  • 1 moschettone a ghiera
  • zaino da trekking 40 litri, copri-zaino per la pioggia
  • sacco a pelo leggero per i bivacchi e sacco lenzuolo per i rifugi
  • bastoncini da trekking telescopici
  • lampada frontale
  • occhiali da sole, crema solare, stick per labbra
  • asciugamano tecnico, kit da bagno e salviette per pulizia intima
  • macchina fotografica
  • piatto, posate e bicchiere “da trekking”
  • sacchetti in plastica
  • borraccia
7 giorni
2
3
minimo 3 persone
14 – 20 settembre

Gruppo delle Marmarole – Dolomiti

7 giorni
2
3
minimo 3 persone
14 – 20 settembre