5 giorni
3
3
Polonia, Zakopane
3 min

I monti Tatra, confine fra Polonia e Slovacchia, sono un terreno ideale per lo scialpinismo. Pur non raggiungendo quote elevate sono sempre soggetti a copiose nevicate che offrono allo scialpinista una vasta scelta di itinerari di tutte le difficoltà, lunghezza e impegno.
Appoggiandoci ai tipici rifugi locali, che offrono un servizio di ottimo livello, attraverseremo da Ovest a Est l’intera corona della catena dei monti Tatra lungo creste e valli incontaminate.


Zakopane, la ‘Cortina’ della Polonia, grazie alla sua splendida locazione proprio al centro dell’arco della catena dei monti Tatra risulta essere un perfetto e rispettoso connubio fra vocazione turistica e attenzione alle tradizioni locali. Da questa cittadina avrà inizio il nostro tour itinerante. Appoggiandoci ai rifugi gestiti attraverseremo tutto l’arco della catena dei monti Tatra polacchi all’interno del Parco Nazionale omonimo. Sarà una cavalcata di più giorni lungo ampie e dolci vallate, seguendo creste e dorsali dai panorami mozzafiato dapprima sui Bassi Tatra rivolti a Ovest dove i profili sono più morbidi e invitanti fino a raggiungere le cime più severe del versante Est della catena, gli Alti Tatra. Qui potremo cimentarci su alcuni itinerari dalle caratteristiche più simili a quelli delle nostre regioni, lungo canaloni e creste più severi ma sempre di difficoltà contenuta e affrontabili da tutti.

Le gite che effettueremo avranno mediamente dei dislivelli di 1000/1200 metri con difficoltà classificabili BSA. Non vi sono zone glaciali: non è pertanto richiesta un’esperienza di scialpinismo in alta montagna o in terreno glaciale.

Per partecipare a questo viaggio è invece necessario possedere un livello tecnico e un’esperienza di scialpinismo tipica e paragonabile alle gite classificate BSA. E’ invece importante possedere un buon allenamento, capacità di adattamento e spirito collaborativo all’interno di un gruppo nonché una tecnica base dell’uso di ramponi e picozza che potremmo dover utilizzare in brevissimi tratti se le condizioni nivologiche lo richiederanno.

INCLUSO NEL PREZZO
Servizi di Guida Alpina
Albergo con servizio di b&b a Zakopane
Servizio di mezza pensione nei rifugi
Tutti i costi della Guida Alpina
NON INCLUSO
Viaggio, pranzi e cene a Zakopane
Bere e extra nei rifugi
Impianti di risalita
Assicurazione personale viaggio e infortunio

 

 

 

 

5 giorni
3
3
Polonia, Zakopane
3 min

day 0

Viaggio dall’Italia e ritrovo a Zakopane. Breefing con la Guida Alpina nel tardo pomeriggio, cena e pernotteremo in un albergo della cittadina.

day 1

Raggiungeremo con un taxi la località Siwa Polana, all’imbocco della valle che percorreremo utilizzando i caratteristici carri trainati dai cavalli fino al rif Polanie Chocholowska. Avremo quindi la possibilità di salire il Grzes, il Rakon, il Wolowiec o il Lopata, tutte gite adatte a un perfetto warm up – Dislivello in salita 900m, dislivello in discesa 900m / 5-6 ore

day 2

Seguendo la spalla nord del Trzydniowianski Wierch ne raggiungeremo la cima per poter scendere alla testa della Dolina Starorobocianska. Una breve risalita fino a Siwa Przelecz per poi goderci una fantastica discesa fino al caratteristico rifugio immerso nel bosco Schronisko na Hali Ornak. – Dislivello in salita 1.000m, dislivello in discesa 1.100m 6/7 ore

day 3

Risaliremo la Dolina Tomanova fino a valicare l’omonimo passo. Dopo una breve discesa in territorio slovacco, risaliremo uno sperone del Kondracka Kopa fino a raggiungerne la cima. Da qui un’entusiasmante discesa in terreno ampio ci permetterà di raggiungere il rifugioSchronisko na Kondratowej Hali dove passeremo la notte – Dislivello in salita 1.200m, dislivello in discesa 1.000m 6/7 ore

day 4

Una breve discesa ci porterà alla funivia del Kasprowy Wierch. Da qui scenderemo al Schronisko Murowaniec per rimettere le pelli e salire la Czarna Dolina Gasienicowa. Superato il lago saliremo un canale via via sempre più ripido che ci permetterà di raggiungere il passo Zawrat. Ancora una bellissima discesa ci farà guadagnare il rifugio Schronisko w Dolinie Pieciu Stawow dove passeremo due notti – Dislivello in salita 600m (+ funivia), dislivello in discesa 1.400m, circa 6/7h

day 5

L’ultima giornata prevede la salita alla Gladka Prezelecz  e la traversata allo Zavory. Una bella se pur breve discesa e con le pelli nuovamente risaliremo la Wrota Chalubinskiego. L’ultima discesa nell’ampio vallone che segue, ci porterà al lo Schronisko Pieciu Stawow. Da qui, in breve, faremo ritorno a ZaKopane – Dislivello in salita 900m, dislivello in discesa 1.100m, circa 6/7h. Viaggio di rientro
5 giorni
3
3
Polonia, Zakopane
3 min

Materiali  necessari

Vestiario

E’ una traversata che ci impegnerà per 7 giorni. Dormiremo in rifugi (ad eccezione di La Fouly e all’Ospizio del Gran San Bernardo dove avremo comunque la possibilità di rinfrescarci (differentemente nei rifugi non vi sarà acqua).

  • Berretto, caldo e se possibile antivento
  • Buff leggero e/o di lana per il collo e/o come sottocasco
  • Giacca in “gore-tex” o simili (solo il guscio, senza imbottitura)
  • Giacca antivento in “Windstopper” o simili
  • Piumino in piuma o sintetico
  • Second layer, caldo e traspirante
  • Intimo tecnico traspirante
  • Pantaloni da scialpinismo oppure fuseaux e pantaloni in goretex
  • Calzettoni tecnici
  • Guanti, 2 paia, uno leggero e traspirante per la salita e uno più pesante per la discesa

Attrezzi da scialpinismo

L’attrezzatua standard di scialpinismo va benissimo. Raccomandiamo di preparare bene tutto il materiale, è un’appuntamento speciale! Perciò preparare gli sci (paraffina e lamine), verificare le pelli e la colla delle stesse, verificare i ramponi sugli scarponi da scialpinismo, e così via.

  •  sci da alpinismo + attacchi da scialpinismo con skistop
  • coltelli da neve
  • pelli di foca
  • scarponi da scialpinismo
  • bastoncini allungabili con rondelle
  • casco
  • ramponi
  • piccozza con lacciolo
  • imbracatura
  • un moschettone a ghiera
  • una daisy chain (o cordino lungo) con moschettone a ghiera

Attrezzatura di sicurezza

Consiste nel kit Artva ed è composto da:

  • Artva (rice-trasmettitore per ricerca/segnalazione di travolti in valanga)
  • pala da neve
  • sonda da neve

Materiali vari

  • Zaino da 30/40 litri. Esistono zaini espressamente disegnati per lo scialpinismo che sono raccomandati per queste attività
  • Occhiali da sole e/o maschera, protezione UV 100%
  • Crema solare, protezione 50
  • Borraccia e/o thermos e/o camelbak, con capacità di 1/1,5 litri
  • Barrette energetiche
  • Macchina fotografica
5 giorni
3
3
Polonia, Zakopane
3 min

Zakopane – Polonia – Monti Tatra

5 giorni
3
3
Polonia, Zakopane
3 min
P1000544
IMG_1183
IMG_1186
IMG_4123
IMG_4236
IMG_4415
P1000544
P1000574
P1000663